Come scegliere la camera matrimoniale

La camera da letto matrimoniale rappresenta un ambiente della casa fondamentale per varie ragioni: è il luogo in cui ci si riposa e, per tale motivo deve essere confortevole sia nei colori che nello stile.

E’ il luogo di intimità tra i coniugi e, dunque, deve rispecchiare i gusti di entrambi in modo che si possano sentire ugualmente a loro agio ed infine, rappresenta un luogo di relax.

Tutte queste motivazioni devono essere ben considerate nel momento in cui si decide di acquistare una camera da letto matrimoniale.

 

Arredamento di una camera matrimoniale

 

Come prima cosa, in relazione alla grandezza della stanza, sarà necessario scegliere il mobilio di base: qualunque stanza da letto, infatti, prevede come base un letto matrimoniale, un armadio, due comodini e una cassettiera.

La prima scelta, dunque, verterà su questi elementi.

Se, poi, la stanza lo permette, potranno essere inseriti anche un comò, una scrivania, due sedie e qualunque altra cosa la si ritenga necessaria.

Affinché siano scelti mobili idonei alla grandezza della stanza, dunque, è indispensabile considerare le dimensioni e la forma della stessa: è importante prenderne le misure in modo tale che siano scelti mobili di grandezza idonea.

Se, ad esempio, la stanza è particolarmente ampia, si potrà optare per un armadio grande, anche a sei ante o con angolo.

In questo modo non ci sarà il problema delle quattro stagioni poiché sarà in grado di accogliere capi estivi ed invernali.

Ad esso si potrà poi abbinare un comò o una cassettiera, o entrambi.

Se, invece, la stanza è piccola, la scelta migliore sarà un mobilio dalle tonalità chiare, così da dare luce alla stanza, con un armadio relativamente piccolo che, a seconda della disponibilità di spazio, sarà a due o quattro ante, preferibilmente scorrevoli così da ridurre lo spazio occupato.

Un occhio di riguardo va alla scelta del letto, il vero protagonista della camera.

E’ opportuno che esso sia confortevole e di qualità così che il riposo sia assicurato.

I modelli imbottiti, in tessuto o in pelle, non passano mai di moda; in alternativa ci sono i modelli in legno o in ferro battuto, classici o retrò, da scegliere in base ai gusti.

Inoltre, anche la grandezza del letto può variare.

Oltre al classico due piazze standard, infatti, oggi la scelta può variare tra quello ad una piazza e mezza o extralarge e, per i più eccentrici, anche a forma rotonda.

Come per l’armadio, dunque, la grandezza sarà sicuramente proporzionata agli spazi e, qualora se ne avesse l’opportunità, si potrebbe optare anche su forme particolari a seconda dei gusti.

 

Un connubio di stile con il resto della casa

 

La camera da letto, si sa, è particolarmente intima e personale.

Per tale motivo deve rispecchiare le caratteristiche personali.

Inoltre, per consentire un buon sonno, è opportuno che sia posizionata nel lato della casa più tranquillo e meno soggetto a rumori.

Oltre dunque a scegliere i mobili in base alla grandezza della stanza e al gusto personale relativamente alle tonalità dei colori, è opportuno che si ponga attenzione anche al suo stile: è bene, infatti, che esso sia in linea con il resto dell’arredamento della casa in modo da creare armonia tra i vari ambienti.

 

Fonte: www.arredamentipignataro.it