Truffe nel forex: ecco come evitarle

La scelta del broker giusto rappresenta il punto di partenza per evitare di incappare in truffe o frodi nel mondo del forex. Tale settore mette a disposizione un ampio ventaglio di opportunità per tutti coloro che desiderano compiere investimenti e non lasciare inattivo e immobile il proprio capitale; tuttavia l’attenzione non è mai abbastanza quando si parla di investimenti finanziari online, dal momento che le insidie con cui si può avere a che fare sono molteplici, specialmente quando – magari per inesperienza – ci si ritrova alle prese con un sito poco serio. Ecco perché è importante imparare a riconoscere le piattaforme che consentono di investire in maniera sicura: è bene fare affidamento su broker regolamentati, in grado di garantire un servizio di assistenza impeccabile. I broker migliori sono quelli che forniscono ai propri utenti gli strumenti di cui essi hanno bisogno per informarsi: un’opportunità importante non solo per i principianti, ma anche per coloro che possono vantare una certa esperienza nel campo. 

Attenzione alle truffe

Se vuoi essere certo di concederti investimenti sicuri, clicca qui: come sai, grazie al mercato delle valute chiunque ha la possibilità di portare a termine affari più che convenienti e redditizi, ma è importante capire come destreggiarsi nel settore per riuscire a identificare i tentativi di truffa. Rivolgersi a un sito professionale consente di operare in piena tranquillità, senza rischi di alcun genere: dando uno sguardo alle recensioni pubblicate sul web e ai commenti degli utenti ci si può fare un’idea delle migliori soluzioni in questo ambito. Sono diversi i parametri di valutazione che possono essere adottati in vista della scelta del broker, fermo restando che la selezione deve riguardare unicamente i portali che sono registrati presso la Consob e, dunque, rispondono alle normative italiane.

Come comportarsi se si è alle prime armi

Tra i comportamenti che è necessario adottare, è opportuno controllare con la massima attenzione il sito dell’intermediario forex: la Cysec autorizza quasi tutti i broker che sono attivi nei Paesi Ue. Vale la pena di verificare se il broker abbia la sede nel nostro Paese o altrove. Nel caso di una sede in un Paese straniero, di certo quelli che fanno parte dell’Unione Europea sono da preferire rispetto a quelli extra Ue, soprattutto se questi ultimi sono paradisi fiscali in cui le leggi sono – per così dire – ballerine.

L’assistenza clienti

Un altro criterio a cui si può fare riferimento per una decisione oculata riguarda la lingua con la quale viene fornito il servizio di assistenza clienti: è ovvio che poter contare su un supporto in lingua italiana offre un vantaggio più che considerevole, specialmente se ci si sta cimentando nel trading forex per la prima volta e quindi è molto probabile che si avrà bisogno di aiuto. Un ausilio in inglese è utile solo per chi padroneggia la lingua, ma non tutti hanno questa abilità, soprattutto perché il linguaggio degli scambi finanziari, degli investimenti e del trading ha termini specifici e tecnici. 

Il sistema di referral marketing

Il sistema di referral marketing è un altro degli elementi di cui è bene tenere conto per una scelta. Diversi operatori, infatti, premiano dal punto di vista economico gli utenti che portano nuovi clienti: questo, però, rappresenta a tutti gli effetti un sistema piramidale, che è opportuno evitare. Informarsi a proposito dei broker vuol dire anche verificare gli eventuali premi e riconoscimenti che sono stati loro attribuiti. Un motivo di prestigio va identificato anche nella collaborazione con partner importanti. Gli investimenti nel trading forexpossono garantire vincite ingenti ma al tempo stesso determinare forti perdite: ecco perché è opportuno essere sicuri di ciò che si sta facendo e affidarsi unicamente a piattaforme di comprovata professionalità.