Carte di credito per PMI e liberi professionisti: i vantaggi

Tutti coloro che si trovano ad operare all’interno del mondo dell’economia e delle imprese hanno come obiettivo primario quello di tutelare il proprio patrimonio economico. Questo discorso vale sia per le piccole e medie imprese che per i liberi professionisti.

Allo stesso tempo, il desiderio di questi sarebbe di effettuare le proprie operazioni bancarie in modo semplice e veloce. Queste funzioni sono, ovviamente, richieste per alimentare la propria attività tramite il proprio conto corrente.

Per rispondere a tutte queste esigenze, generalmente la soluzione migliore sarebbe quella di fare una carta di credito sicura che offra, allo stesso tempo, ampi servizi. Scegliere quella giusta, per questo, potrebbe non risultare sempre facile in quanto bisogna innanzitutto scegliere la banca e poi la tipologia di carta. Questa, infatti, varia soprattutto in base alla banca scelta e ai vantaggi che questa offre.

Proprio per questo motivo, la prima cosa da fare è capire l’utilità effettiva e quindi i vantaggi della carta di credito stessa. Generalmente bisogna porre l’attenzione su due caratteristiche specifiche:

  • un canone che diventa pari a zero nel momento in cui si supera una predeterminata soglia di accrediti;
  • il bollo deve essere pagato dall’istituto bancario stesso;
  • il libretto degli assegni con zero costi.

Ovviamente le diverse agevolazioni e caratteristiche della carta devono soddisfare le esigenze di chi le utilizza, che siano essi piccoli o medi imprenditori oppure liberi professionisti.

L’unica cosa da tenere presente è il fatto che, siccome si tratta di carte ad uso particolare, sarebbe opportuno farne specifica richiesta. In tal caso si potrebbero ottenere anche dei buoni sconto da spendere online o nelle pompe di benzina.

I vantaggi di queste carte di credito

Come già anticipato, queste carte di credito indirizzate a specifiche categorie di clienti apportano determinati vantaggi, i quali variano ovviamente in base alla banca ma che in generale sono molto simili.

Tra questi vantaggi, i più rilevanti sono sicuramente quelli che abbiamo già anticipato, ma in realtà ne esistono anche altri davvero molto interessanti. Le offerte delle banche, infatti, sono davvero tante e per questo bisogna fare un’attenta distinzione dei vari vantaggi prima di prendere la propria decisione.

Al fine di fare ciò, di seguito vedremo quelle che sono le caratteristiche vantaggiose più diffuse. Il vantaggio basico offerto da quasi tutte le carte di credito è quello di poter tenere d’occhio tutte le transazioni tramite la piattaforma online della banca a cui è stata richiesta la carta.

Non solo, alcune banche offrono alle pmi e ai liberi professionisti dei veri e propri software online che permettono di archiviare e mettere in ordine tutte le fatture fatte. Più che per le pmi, questo è più che altro un vero e proprio vantaggio soprattutto per i liberi professionisti che si trovano ad affrontare tutto il lavoro completamente soli.

La visione delle rendicontazioni, dunque, permette anche di ottimizzare le spese aziendali, migliorando così anche la gestione del business stesso. Inutile dire che alcune carte di credito consentono l’ottenimento di determinati sconti e agevolazioni che altrimenti non si otterrebbero in alcun modo.

Infine, il fatto di possedere la carta permette anche di acquistare titoli di viaggio quando questa viene depositata presso un’agenzia di viaggio. Ciò fa in modo che la carta possa rispondere in tutto e per tutto alle esigenze di viaggio del cliente.

Inutile dire che queste particolari carte di credito si appoggiano anche ai circuiti internazionali, rendendo possibile il loro utilizzo anche all’estero.

Fonte delle informazioni: https://www.dinersclub.it/carte-di-credito-pmi-liberi-professionisti/