Guaina liquida impermeabilizzante: dove impiegarla

La guaina liquida è un materiale particolare adoperato in campo edilizio. La sua funzione principale è quella di evitare il passaggio dell’acqua e dell’umidità nelle superfici su cui viene applicata. Tutto ciò avviene mediante un procedimento di stesura semplice e niente affatto difficoltoso rispetto alla posa in opera di altri tipi di guaine presenti sul mercato.

Le caratteristiche della guaina liquida comprendono dunque la già citata impermeabilità e la traspirabilità; grazie alla sua particolare conformazione gelatinosa, la guaina è in grado di evitare sì il passaggio dell’acqua, permettendo però il flusso di aria e garantendo l’aerazione delle zone interessate dalla posa in opera del materiale.

Zone che altrimenti sarebbero intaccate dalla formazione di probabili muffe o sostanze infestanti che comprometterebbero la qualità estetica delle aree in questione e, nei casi peggiori, anche la funzionalità delle stesse.

Due aspetti fondamentali, quindi, impermeabilità e traspirabilità, che la guaina liquida è in grado di soddisfare pienamente grazie alle sue caratteristiche peculiari ed estremamente funzionali ai fini della salvaguardia e della messa in sicurezza degli ambienti. Ma vediamo più nello specifico quali sono gli usi consigliati che si possono fare di questo particolare prodotto.

Alla luce della presentazione delle caratteristiche della guaina liquida impermeabilizzante, vediamo più nello specifico in quali occasioni questa può essere utilizzata ai fini della messa in sicurezza degli ambienti da tutelare.

Come abbiamo visto, l’applicazione della guaina risulta particolarmente utile in tutte quelle aree delicate e soggette ad usura a causa di una composizione in materiali delicati o per una posizione troppo esposta agli agenti atmosferici.

È bene specificare che non vi è distinzione tra interno ed esterno per l’utilizzo della guaina liquida impermeabilizzante, con una particolare attenzione dedicata comunque alle aree oltre il perimetro interno di un’abitazione (per ovvi motivi legati ai fattori atmosferici).

Tra gli spazi che possono essere interessati dalla posa della guaina vi sono quindi quelli ospitanti sanitari (bagni, principali o degli ospiti) e zone esterne come quelle dedicate a piscine e aree di svago, nonché cucine ed elementi formanti le coperture dell’abitazione. In tutti i casi finora elencati, la guaina liquida risulta sempre adatta e di facile applicazione, il che la rende una prima scelta in campo edile quando si tratta di dover impermeabilizzare una determinata porzione di spazio.

Abbiamo ben compreso i vantaggi innumerevoli che un materiale come la guaina impermeabilizzante è in grado di fornire agli utenti che optano per la sua posa in opera. Essa garantisce una protezione leggera e per nulla invasiva, il tutto a prezzi assai vantaggiosi rispetto alla posa di materiali molto più costosi rispetto alla guaina in questione.

Inoltre, da non tralasciare l’aspetto puramente chimico del materiale: la guaina liquida, infatti, è caratterizzata dall’atossicità, il che la rende facilmente utilizzabile dall’uomo senza che questi incappi in possibili infezioni o avvelenamenti dovuti all’utilizzo non ponderato del prodotto.

La guaina liquida impermeabilizzante offre quindi una protezione sicura e di grande durata nel corso del tempo, per cui non necessita di particolari interventi di manutenzione straordinaria una volta che questa viene posata nelle aree interessate.

Altri impieghi della guaina liquida impermeabilizzante si possono trovare su siti specializzati in coperture e opere edilizie in genere; siti come resine.it, che offrono informazioni, delucidazioni e cataloghi completi dei prodotti fondamentali per eseguire lavori di impermeabilizzazione di vario tipo.