. . .
piante profumate per appartamenti

Tutti desideriamo avere una casa profumata ed eliminare odori sgradevoli, ma nella maggior parte dei casi, per fare ciò ci rivolgiamo a dei profumatori chimici; acquistare questi prodotti può non essere vantaggioso perché alcuni hanno un costo molto elevato, sono una spesa da sostenere periodicamente perché si esauriscono e poi non sempre fanno bene alla salute di chi vive in casa, molti danno fastidio all’olfatto dei nostri animali domestici.

Una cosa che molti sottovalutano è il potere della natura, esistono numerose piante che possono essere usate come sostitute dei profumatori per ambiente, lasciando nella casa odori gradevoli grazie a un prodotto del tutto naturale.

 

Perché scegliere delle piante profumate

 

A differenza di quello che pensano alcuni, le piante profumate possono essere tranquillamente coltivate in casa e non solo in giardino o sul terrazzo; in base alla tipologia scelta si possono avere profumi che rilassano coloro che sono presenti in quell’ambiente, mentre quello di altre permette di depurare l’aria eliminando i cattivi odori e l’aria viziata. Le piante aromatiche sono l’esempio perfetto perché dimostrano che per rilasciare un odore gradevole non c’è bisogno di aspettare la fioritura ma è possibile scegliere anche tipologie che hanno le foglie profumate.

Scopriamo insieme quattro di queste piante.

 

Quali piante usare in appartamento

 

La prima che ci sentiamo di proporre è la Begonia Tea Rose che è caratterizzata da dei piccoli fiorellini di colore rosa che sprigionano un profumo molto delicato.

Anche se hanno delle piccole dimensioni, la pianta ne è piena e a differenza di altre varianti di begonie, queste sono le uniche a rilasciare un buon odore. Sono piante che hanno bisogno di stare al sole ma non in modo persistente; preferiscono gli ambienti umidi quindi si consiglia di spruzzare frequentemente dell’acqua direttamente sulle foglie.

A seguito parliamo del Geranio Odoroso del quale esistono numerose varianti in natura che le fa differenziare dal tipo di profumo che rilasciano: menta, arancia e limone. La pianta in sè è davvero bella con delle foglie dallo spiccato colorito verde, mentre i fiori che si ottengono possono avere diverse colorazioni; non c’è bisogno di aspettare la fioritura perché sono le foglie stesse a profumare, in più averla in casa è davvero utile non solo eliminare i cattivi odori ma è anche un ottimo repellente per le zanzare. Non dovrebbero essere messi vicino a fonti di calore come forno o termosifoni ma nemmeno davanti alle finestre perché devono essere al riparo dalle correnti d’aria.

L’eucalipto è una pianta molto conosciuta per il suo odore molto gradevole, solo che pochi sanno che può essere messa in appartamento perché quando la si sente nominare si pensa ad un grande albero al quale il Koala si aggrappa per mangiare tutto il giorno. Ma la realtà dei fatti è che, proprio come esistono alberi piccoli come i bonsai, esistono piccole piante di eucalipto che crescono solo in base alle dimensioni del vaso in cui si trovano. Questa pianta non deve essere esposta a correnti d’aria e ha bisogno di acqua quotidiana; non c’è bisogno dei fiori perché sono le foglie ad avere l’odore caratteristico che viene sprigionato nelle ore calde della giornata oppure quando le foglie vengono sfregate.

Infine parliamo dell’Alloro che non solo è profumato ma, trattandosi di una pianta aromatica, può essere utilizzata anche per delle preparazioni culinarie; come nel caso della pianta di Eucalipto, l’Alloro è un grande arbusto al quale può essere affidata una forma più piccola coltivandolo all’interno di un vaso. Si tratta di un tipo di pianta che non è particolarmente esigente quindi può essere coltivata con facilità anche da chi non è portato per la botanica, basta ricordarsi che ama gli ambienti umidi.