Come sono fatti e a cosa servono i carrelli elevatori?

I carrelli elevatori comunemente chiamati anche “Muletti” sono uno dei mezzi più utilizzati dalle grandi fabbriche e dalle aziende, in quanto grazie alla loro capacitá di sollevare carichi pesantissimi, riducono notevolmente i tempi di spostamento, carico e scarico delle merci. L’invenzione del carrello elevatore risale agli al’1920. Durante il corso del tempo hanno subito diverse modifiche, puntate principalmente sul’ miglioramento delle prestazione e sul’confort del conducente. I piú moderni carrelli di oggi sono dotati di display elettronici, grazie ai quali e possibile monitorare costantemente importanti informazioni come la percentuale di carica del mezzo, il tempo di funzione e la presenza di eventuali guasti o malfunzionamenti.

Come sono fatti e come funzionano

Un carrello elevatore é dotato di due assi, posteriore fisso che funge da assale per il motore e quello anteriore sterzante, il cui compito e assorbire le irregolaritá del terreno evitando potenziali ribaltamenti. Nella parte anteriore del carrello vi é il gruppo di sollevamento, più comunemente noto come montante, che a seconda dei movimenti da eseguire, ha la capacitá di inclinarsi sia in avanti che indietro, la postazione del guidatore é collocata in mezzo ai due assali. I montanti sono stati ideati per essere in grado di lavorare fino a un’altezza di quattro metri dal pavimento, tuttavia esistono casi in cui si possono raggiungere anche i dodici metri d’altezza.

  • Essendo il carrello sollevatore un mezzo molto pericoloso da adoperare, in quanto un semplice ribaltamento puo’ portare allo schiacciamento della cabina del conducente con conseguenti lesioni mortali, ci sono alcune regole di vitale importanza da seguire quando si guida un tale mezzo.
  • Adoperare il carrello solo dopo aver portato a termine un corso di formazione é una delle regole più importanti da seguire, lavorare senza un’apposita formazione non solo porterebbe in contro a pesanti sanzioni ma metterebbe in pericolo anche chi vi sta intorno, rischiando di finite nel penale
  • Verificare sempre l’adeguata disposizione del carico sulla pedana del mezzo, attraverso le apposite catene di sicurezza
  • Utilizzare sempre i “D.P.I”, ovvero i dispositivi di protezione individuale. Puo’ sembrare una sciocchezza ma vi assicuriamo che molti degli incidenti mortali verificati sul’lavoro potevano essere facilmente evitati indossando un caschetto di protezione o un paio di scarpe anti-infortunistica
  • Allacciare SEMPRE i sistemi di ritenuta, nel malaugurato caso in cui il carrello si ribalti, si rischierebbe di essere spinti fuori dalla cabina rimanendo incastrati o addirittura schiacciati dal veicolo, i sistemi di ritenuta sono stati ideati per mantenere sempre incollato il conducente al’sedile di guida.

Tipologie di carrelli elevatori in commercio

Esistono varie tipologie di carrelli elevatori in commercio, ognuno ideato per rispondere ad esigenze di lavoro diverse ed operare in ambienti diversi.
I carrelli variano innanzitutto per alimentazione, possono essere azionati da:

  • Trazione elettrica, impiegati principalmente per lavorare in ambienti chiusi in quanto non rilasciano alcun’ tipo di scarico inquinante
  • Trazione endotermica, perfetti per lavorare all’aperto per lunghi periodi di tempo, non richiedono un’ eccessiva manutenzione e funzionano a combustibile, evitando quindi tempi prolungati di ricarica.

Guida all’acquisto di un carrello elevatore
Se siete alla ricerca di un carrello da acquistare per la vostra azienda dovete avere in chiaro alcune importanti informazioni:

  • Carrello nuovo o usato?

Girovagando per Internet é possibile trovare mezzi usati a prezzi davvero stracciati, ma é bene tenere a mente che acquistare un mezzo di seconda mano aumenta notevolmente la possibilitá che si verifichino guasti o malfunzionamenti sull’lavoro. Se per la tua azienda un guasto al’ mezzo porterebbe grosse perdite economiche o se giá sai che dovrai svolgere lavoro impegnativi sollevando carichi molto pesanti, allora probabilmente un carrello usato non é la scelta giusta, considera piuttosto l’acquisto di un mezzo nuovo, molto piú affidabile ed efficacie, anche se inizialmente sembrerà una spesa dispendiosa, vi assicuriamo che arrivereste a spendere molto di piú in caso di guasti o malfunzionamenti di un carrello ormai alla fine dei suoi giorni

  • Che marca scegliere?

Ogni marca di carrelli elevatori ha capacitá di durare nel tempo diverse, perció documentatevi molto sul venditore dal quale siete intenzionati ad acquistare, leggendo anche le recensioni lasciate da altri clienti.

Qualunque sia la vostra decisione lavorate sempre seguendo le norme di legge sul lavoro e acquistate sempre mezzi conformi alle norme Europee sul’lavoro.