Il riscaldamento a pavimento: ecologico e salutare

Durante il periodo invernale si ha la necessità di riscaldare la propria abitazione. Tra i metodi tradizionali è stato riscoperto, grazie ai miglioramenti tecnologici introdotti, il riscaldamento a pavimento, un sistema impiantistico a pannelli radianti che permette di ottenere una serie di vantaggi.

Come funziona il riscaldamento a pavimento

Il riscaldamento a pavimento funziona in maniera molto semplice attraverso uno scambio energetico che avviene per irraggiamento.

Il calore viene distribuito tramite una serpentina di tubi, collocati sotto il pavimento, all’interno dei quali scorre dell’acqua a una temperatura che non supera in genere i 40 gradi. I tubi sono poi collegati alla caldaia che ha il compito di scaldare il liquido.

In questo modo i consumi diminuiscono poiché per riscaldare l’abitazione non devono essere impostate temperature particolarmente elevate, basta pensare che i termosifoni normali lavorano con una temperatura di circa 70-80 gradi. Il calore, inoltre, viene distribuito in maniera omogenea comportando la minima dispersione termica, il minor dispendio energetico e il massimo comfort abitativo.

Installare un impianto a pannelli radianti

I costi per l’installazione di un impianto di riscaldamento nel pavimento sono ovviamente maggiori rispetto al montaggio di un impianto tradizionale poiché occorre intervenire in maniera importante sul pavimento.

I costi possono aumentare nel caso in cui si ha la necessità di istallare questa tipologia di impianto su una costruzione già esistente perché, oltre alle spese legate al nuovo impianto occorre effettuare dei lavori sulle opere murarie.

L’istallazione viene effettuata da un idraulico ed è bene affidarsi a professionisti che potranno realizzare l’opera in maniera perfetta sotto ogni punto di vista come quelli presenti nel portale Instapro.

Il marketplace in questione permette di vagliare una serie di possibilità tra le quali scegliere poiché, i professionisti iscritti al servizio sono molteplici. Per avere delle informazioni e richiedere un preventivo è sufficiente inviare la propria richiesta utilizzando il modulo presente all’interno del portale www.instapro.it. Sarà tramite Instapro che riceverete, entro massimo 24 ore, una lista di preventivi formulati da professionisti scelti ad hoc per la lavorazione richiesta tra i quali poter scegliere senza nessun obbligo.

Lavori da effettuare per installare un impianto di riscaldamento a pavimento

A seconda dei lavori che dovranno essere effettuati i costi per l’installazione di un impianto di riscaldamento nel pavimento possono essere diversi. In linea generale il prezzo finale è dato dalla somma dei seguenti elementi:

  1. costo della caldaia;
  2. posa degli elementi come tubi per il passaggio dell’acqua, solaio strutturale, isolante, massetto e pavimentazione;
  3. eventuali interventi sulle opere murarie;
  4. manodopera.

Nel caso in cui l’impianto viene fatto su una costruzione esistente per prima cosa deve essere demolita la parte del solaio esistente fino ad arrivare alla cosiddetta parte strutturale.

I tubi devono essere resistenti sia alla pressione che alla corrosione per cui è bene scegliere dei prodotti realizzati con materiali di ottima qualità.

Per godere di un comfort maggiore e di una distribuzione del calore omogenea, il professionista che effettua il lavoro, deve preoccuparsi di ridurre al minimo lo spessore del massetto in cemento che ricopre i tubi utilizzando per gli stessi il miglior isolante. Quest’ultimo, che in genere è liscio e sagomato, oltre che a permettere un’istallazione più veloce, consente anche di ottenere il migliore isolamento acustico.