Obbligo Voltura utenze per decesso intestatario: cosa accade?

In caso di decesso dell’intestatario delle bollette di luce e gas è possibile far richiesta per trasferire il contratto ad un’altra persona attraverso un aggiornamento dei dati, con il grande vantaggio di mantenere attivi i servizi. Vi è dunque l’obbligo voltura utenze decesso che comporta l’aggiornamento dei dati relativi all’intestatario dei contratti di luce e gas.

 

Obbligo voltura utenze per decesso di un familiare

Come anticipato precedentemente, vi è l’obbligo voltura utenze decesso. Nel caso in cui l’intestatario dei contratti di luce e gas sia deceduto e i servizi continuano ad essere utilizzati dagli altri membri dello stesso nucleo familiare, sarà necessario inviare una comunicazione al fornitore dei servizi. Il familiare potrà richiedere la voltura nella titolarità del contratto, mantenendo le medesime condizioni, sia nel caso di contratti per usi domestici residenti, che per usi domestici non residenti. Affinché il familiare possa subentrare dichiarando di essere erede del precedente intestatario, dovrà inviare al fornitore una dichiarazione scritta, accompagnata dalla fotocopia del documento d’identità. In caso di morosità del precedente intestatario, il familiare ha l’obbligo voltura utenze decesso nei confronti del fornitore per eventuali debiti. In questo modo sarà possibile proseguire ad usufruire della precedente offerta contrattuale e i costi della voltura dipenderanno dal mercato di riferimento, se libero o tutelato.

 

Obbligo voltura utenze per decesso se non si è familiari 

Nel caso in cui la persona che intende richiedere la voltura dei contratti di luce e gas non ha alcun rapporto di parentela con il precedente intestatario defunto, il soggetto ha comunque l’obbligo voltura utenze decesso e potrà effettuare l’operazione seguendo la procedura standard. Secondo quanto stabilito dalla legge, è possibile continuare a fruire delle agevolazioni tariffarie e fiscali godute dal defunto, mentre, nel caso ci fosse stato un deposito cauzionale, questo viene trasferito dal vecchio al nuovo titolare. Se il soggetto che vuole volturare non è un familiare del vecchio intestatario deceduto, incorrerà nei costi richiesti dal fornitore di energia elettrica e gas metano. Nel caso in cui il precedente intestatario defunto fosse moroso, il nuovo inquilino non è obbligato a pagare i suoi debiti e può chiedere una cessazione amministrativa del contratto in essere.